Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici anche di terze parti. L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser. Accetto Declino

Home ➢TECNOLOGIA ➢Infrastruttura ferroviaria

Infrastruttura ferroviaria

Il sistema ferroviario rappresenta attualmente la modalità più diffusa per gli spostamenti sia di persone che per il trasporto di merci.

A ciò corrisponde un incremento di sollecitazioni derivanti da un esercizio più intenso ed, in definitiva, un’accresciuta velocità di evoluzione dei fenomeni di degrado e delle infrastrutture. Particolare attenzione meritano quei fenomeni che possono condurre all’instaurarsi di condizioni di pericolo potenziale per la circolazione ferroviaria, a fronte delle quali diventano più numerose e complicate le azioni di verifica da parte del personale addetto alla gestione di sistemi ferroviari nazionali, regionali e suburbani/urbani. Quindi l’indiscutibile necessità di mantenere ai massimi livelli la sicurezza di tali sistemi, spinge operatori e gestori di infrastrutture a intensificare le attività di verifica ispettiva, il che conduce ad un incremento di costi e ad una riduzione di disponibilità dei sistemi di trasporto stessi.

Un approccio utile potrebbe essere l'individuazione di un'unica tecnologia in grado di rispondere a tutte le funzioni diagnostiche richieste dal sistema. La possibilità di rispondere alle diverse funzionalità di monitoraggio con un'unica piattaforma tecnologica porta al massimo livello integrazione in combinazione con elevata miniaturizzazione e quindi riduzione dei costi. A questo scopo, la tecnologia in fibra ottica sembra rappresentare una valida candidata.

Perché sensori a fibra ottica? Motivo principale è che i sensori in fibra ottica (FOS – Fiber Optic Sensor) consentono misurazioni irrealizzabili o antieconomiche con i convenzionali sistemi elettrici di misura. FOS sono estremamente piccoli, leggeri, in grado di misurare più parametri contemporaneamente e sono resistenti alla corrosioni. Inoltre, le fibre ottiche sono realizzate in vetro e quindi non si creano percorsi elettrici all’interno delle strutture che ospitano fibre stesse. Le fibre ottiche presentano un doppio ruolo: rappresentano il cuore del sensore e allo stesso tempo il mezzo di comunicazione dell’informazione del sensore stesso. Questo rende l’architettura dei sistemi di sensori in fibra ottica molto semplice rispetto alle convenzionali tecnologie di tipo elettriche, soprattutto quando è necessario operare con molti sensori simultaneamente.
L'uso del multiplexing in lunghezza d’onda (WDM - Wavelength Division Multiplexing) consente la gestione, la discriminazione e l'instradamento dei dati di diversa natura e con destinazioni diverse. Un'altra importante caratteristica fondamentale di questa tecnologia è la capacità di gestire diversi canali di sensing con diversi principi di trasduzione, senza aumentare la complessità del sistema globale.
Si può affermare, quindi, che la tecnologia in fibra ottica permette l'attuazione pratica di:

Controllo a distanza e in tempo reale;

Capacità di rilevamento multi-parametrico;

Funzionamento ad alta larghezza di banda;

Multiplexing facile per le reti di sensori;

Robustezza ed affidabilità.

Queste proprietà permettono la realizzazione di sistemi sensoriali multi-funzione senza aumentare la complessità del sistema stesso.

 

CONTATTI

                         Sede operativa 

           Via Cinthia,

                  Complesso di Monte S. Angelo

                  Fabbr.8b - 80126 Napoli 

 

Email:         www.cerict.it

                  amministrazione@cerict.it

     

 

 CeRICT scrl

  Sede legale

  Via Traiano,

  Palazzo ex Poste

  82100 Benevento

JSN Solid template designed by JoomlaShine.com